lunedì 15 aprile 2024

Vari Film in breve

 Raggruppo qui alcune mini recensioni su film di vario genere visti di recente.

Uno che mi sento assolutamente di consigliare è Made in Hong Kong (1997). Il film è un ritratto amaro della gioventù della città, non senza qualche momento poetico e diverse frecciate contro la Cina, che stava preparandosi ad assorbire l'ex colonia britannica. Il film racconta la storia di Autumn Moon, un ragazzo che ha lasciato la scuola e non vuol trovarsi un lavoro. Fa qualche lavoretto ai margini della legalità, ma non è cattivo. Protegge Sylvester, un ragazzo "ritardato" che viene tormentato dai bulli, vuol bene a Ping, una ragazza che rischia di morire per via di una disfunzione renale, raccoglie le lettere di addio di Susan, una ragazza che si è suicidata, e il cui fantasma continuerà a visitarlo.

Un'assistente sociale vorrebbe redimerlo, la madre di Ping non vuole saperne di lui, e un mafioso cerca di fargli fare il salto di qualità per trasformarlo in un criminale a tutti gli effetti; dopo il padre, anche la madre di Moon lo abbandona. Lui lo vediamo perdere le sue giornate, a volte cercare di fare qualcosa di buono per i suoi amici, a volte tendere verso il male. Non anticipo, ma non aspettatevi un tranquillo lieto fine.

mercoledì 10 aprile 2024

The Runaways

 Apprezzo i film imperniati sulla vita delle stelle della musica: un paio (The Doors, Sid & Nancy) mi sono piaciuti moltissimo. In questo caso, è il film ad avermi fatto conoscere un gruppo di cui non sapevo un gran che. Parlo di The Runaways, del 2010, titolo che in italiano suona un po' come "le scappate di casa." Il film ha la singolare caratteristica di riunire due attrici che sono, o sono state, idoli dei ragazzini, e che a me stanno piuttosto antipatiche: parlo di Kristen Stewart e Dakota Fanning. Non hanno bisogno di presentazioni. La regista è un'italiana (che però vive in Canada fin da tenera età): Floria Sigismondi. Ha diretto soprattutto video musicali, ma anche qualche film oltre a questo, e un episodio della serie TV American Gods.

Ovviamente, essendo un film basato su fatti veri, le anticipazioni sono tali solo per chi non conosce la storia di questo gruppo; qui la riassumo per sommi capi. Le Runaways sono state messe insieme da un impresario un po' squinternato e un po' furbacchione, tale Kim Fowley, che nel film è interpretato da Michael Shannon (visto in vari film tra cui 8 Mile, Revolutionary Road).

giovedì 4 aprile 2024

Comandante

 Una volta ero appassionato di film di guerra, oggi un po' meno. Però i rari film di guerra italiani me li guardo sempre, prima o poi, e quindi ho finalmente visto Comandante (2023), nonostante fossi stato abbondantemente avvisato della circostanza che il film è una chiavica.

La pellicola, diretta dal regista a me ignoto Edoardo De Angelis, è ambientata nel 1940 e narra le gesta di Salvatore Todaro, personaggio realmente esistito, comandante del sommergibile Cappellini durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il sommergibile passò in Atlantico e affondò una nave trasporto belga, appartenente a un paese al momento non ancora in guerra con l'Italia. I Belgi spararono per primi; il Cappellini affondò il mercantile dopo un duello a cannonate.

Dönitz, comandante della flotta sottomarina tedesca, avrebbe poi ironizzato sul fatto che Todaro avrebbe dovuto comandare una cannoniera e non un sommergibile. Ci fu un altro fattore che fece storcere il naso all'ufficiale tedesco: il fatto che Todaro si fece in quattro per scortare i naufraghi della nave belga fino a un porto sicuro, salvando loro la vita. In quel breve periodo i Belgi e gli Italiani fraternizzarono.

lunedì 1 aprile 2024

Damsel

 Il film parte con una dichiarazione programmatica che cito a memoria: molte storie parlano di una fanciulla che viene salvata da un coraggioso cavaliere, ma questa non è una di quelle storie. Visto poi che il film ce lo presenta Netflix, sembrerebbe proprio che Damsel sia un film radicalmente femminista e che ci presenti una radicale revisione dei consueti topoi narrativi.

Ed è così, ma per fortuna non esageratamente. C'è anche, udite udite, una figura maschile che sbaglia ma poi si riscatta, il padre della protagonista.

lunedì 25 marzo 2024

Il Problema dei Tre Corpi

 Questa serie prodotta da Netflix, molto attesa, è tratta dal libro di cui ho parlato in passato qui (attenzione alle anticipazioni). Il Problema dei Tre Corpi ci porta sia in un passato violento della Cina comunista, che in tempi più moderni in cui si concretizza una scelta fatale fatta da una protagonista (la storia è corale quindi non possiamo definirla "la" protagonista). E qui un pezzetto di trama tocca svelarlo: perseguitata durante la rivoluzione culturale cinese, Ye Wenjie si salva venendo scelta per lavorare a un laboratorio in cui si fa ricerca sulla vita nel cosmo. Una enorme antenna manda dei messaggi e dopo tanto tempo riceve una risposta. La scelta che Ye Wenjie compie a questo punto è fatale per il futuro dell'umanità, per le conseguenze che attira.

Detto questo, l'interessamento alieno verso il nostro pianeta si concretizza anni dopo (nei nostri tempi) in maniere apparentemente incomprensibili, che vengono investigate da alcuni scienziati volenterosi. E una fazione di rimbecilliti (la valutazione è mia) aspetta con gioia l'avvento degli invasori e li aiuta preparando il terreno.

martedì 19 marzo 2024

Port Royal

 Un gioco facile e veloce da completare, adatto anche a chi non ha dimestichezza con i boardgames. Port Royal, gioco di carte senza mappa, corrisponde senz'altro alla descrizione e lo consiglio a chiunque voglia coinvolgere dei partecipanti inesperti e non desiderosi di confrontarsi con un lungo regolamento.

I giocatori prendono le parti di naviganti, un po' pirati e un po' avventurieri: il loro ruolo non è molto ben definito e in fondo non importa un gran che. Si gioca con un mazzo di carte che fanno anche da denaro del gioco (monete d'oro). Le carte sono principalmente divise in due categorie: le navi e i personaggi. Le prime sono un guadagno ma anche un rischio per il giocatore di turno, che scopre carte dal mazzo fino a che non decide di fermarsi. Sceglie poi una di queste carte, o più di una in base a certi parametri: le navi forniscono denaro, i personaggi invece si devono pagare, ma offrono tutta una serie di vantaggi e, soprattutto, danno punti vittoria.

mercoledì 13 marzo 2024

Volate preoccupati

 Credo che tutti ricordiamo i due terribili incidenti aerei che coinvolsero due Boeing 737 Max 8 (il 10 marzo 2019 in Etiopia, e il 29 ottobre 2018 in Indonesia) con centinaia di morti, e nessun superstite in entrambi i casi. Per un lungo periodo il modello fu bloccato dall'autorità statunitense che gestisce l'aviazione (FAA). L'autorità impose una lunga catena di controlli e di revisioni.

Quello che saltò fuori non fu proprio confortante. La Boeing venne accusata di adoperare misure di taglio dei costi troppo pericolose. Per reazione, in molti paesi furono bloccati i voli: non solo degli aerei della variante "8", ma di tutti i 737 Max fino alla soluzione dei problemi. La FAA a sua volta è finita nell'occhio del ciclone aver permesso all'industria di dettare le regole di sicurezza, diventando praticamente cieca e incapace di fare le verifiche, anche per mancanza di finanziamenti adeguati.

Passiamo al problema principale che emerse in quel periodo: come forse saprete già, un sistema di controllo automatico che avrebbe dovuto agevolare i piloti poteva causare, per circostanze particolari, una picchiata verso il basso difficile da rettificare, problema alla radice di entrambi gli incidenti. Questo sistema, che si chiama MCAS, si poteva disabilitare, ma per risparmiare quattrini non venne fornita sufficiente formazione ai piloti, che non furono quindi in grado di liberarsene al momento del bisogno.

venerdì 8 marzo 2024

Spaceman

 Spero che non abbiate una fobia dei ragni, ma se ce l'avete vi conviene non aver niente a che fare con questo film. Spaceman è un film del 2024 arrivato da poco su Netflix, ed è ispirato al libro Spaceman of Bohemia di Jaroslav Kalfar. L'argomento è una lunga missione solitaria di un astronauta ceco verso "Chopra," una misteriosa nuvola di gas apparsa vicino al pianeta Giove.

Parliamo del film senza troppe anticipazioni. La missione è importante perché la composizione della nube è da scoprire, e anche perché i Sud Coreani hanno lanciato un'astronave a loro volta, pertanto i Cechi devono batterli sul tempo. Jakub, l'astronauta, è solo nel suo abitacolo da mesi, ma sembra sopportare la cosa abbastanza bene; partecipa a una trasmissione televisiva all'inizio del film, parla coi ragazzi di una scuola e con i suoi controllori della missione spaziale. Come fa, visto che il segnale ci mette almeno mezz'ora per arrivare a Giove, e altrettanto la risposta a tornare indietro? Può farlo grazie a un sistema che permette lo scambio di segnali a una velocità superiore a quella della luce.

venerdì 1 marzo 2024

Dune Parte Due, recensione senza spoiler

 Se c'è un film per cui val la pena di raccomandare di vederlo al cinema, questo è Dune Parte Due (e vale anche per il precedente). Non volendo fare anticipazioni e avendo già parlato degli attori nel post relativo al primo film di questa serie, dovrò passare subito alle mie impressioni.

Innanzitutto, come già avevo scritto per il precedente, il film è maestoso e solenne, con spazi enormi e costruzioni meravigliose, enormi astronavi e costrutti, e gigantesche scene di massa, battaglie ed esplosioni, il tutto sottolineato da un potente commento musicale. Oltre alla spettacolarità che comunque ci aspettiamo, vi è un crescendo di tensione a mano a mano che il destino del giovane Paul Atreides si dipana all'interno della società dei Fremen. Una specie di futuro inevitabile, anche non desiderandolo, e questa è una delle parti drammatiche del film.

lunedì 26 febbraio 2024

Come NON pubblicizzare il tuo libro

 Un volonteroso traduttore (italiano), Pierluigi Miceli, ha creato la versione in inglese del mio primo libro pubblicato, Nove Guerrieri (che al momento non è disponibile nella nostra lingua). Per dare un po' di speranza e visibilità a questa iniziativa ho quindi deciso di creare una piccola campagna promozionale sui social, o meglio, su UN social, ovvero facebook.

L'annuncio era mirato ovviamente a un pubblico straniero, visto che di connazionali che abitualmente leggono in inglese ce ne sono pochini. Purtroppo non posso vedere il risultato in termini di vendite perché Babelcube (che pubblica l'ebook) non ha ancora alcun dato disponibile.

Nel riepilogo, che recupero dalla pagina facebook che uso per le mie promozioni (L'Apocalisse Milanese) c'è già qualcosa di strano:

Quanto ho pagato? 21,28 euro o 34,77? Poi ve lo rivelerò... ma proseguiamo.

venerdì 23 febbraio 2024

La Caduta dell'Impero Romano - Una storia infinita

 E voi ci pensate spesso, alla caduta dell'Impero Romano? Tra le mie letture storiche annovero, grazie alla locale biblioteca, La Caduta dell'Impero Romano - Una storia infinita di Bertrand Lançon (pubblicato in Italia da 21Editore). Lo storico francese fa parte del filone "buonista" sulla decadenza e fine dell'Impero d'Occidente. Le invasioni barbariche sono solo migrazioni di popoli, tutti a darsi delle gran pacche sulle spalle. L'Impero non è caduto, i regni romano-barbarici riconoscevano la corte di Costantinopoli, non c'è stato un disastro nelle condizioni materiali dell'Impero e via dicendo.

Nonostante tutto, apprezzo questo libro perché presenta spesso argomenti solidi, e interpretazioni che danno da pensare. E si tratta di un testo basato su ricerche, una analisi seria, perciò il lettore, almeno dove le tesi sono argomentate nel dettaglio, può farsi la sua opinione.

domenica 18 febbraio 2024

Dante

 Questa pellicola del 2022 è stata realizzata in Italia per la regia di Pupi Avati. Si tratta di una delle rare rappresentazioni sullo schermo di Dante Alighieri, un uomo che per l'importanza artistica e la vita travagliata forse meriterebbe un migliore trattamento. Anche se, a pensarci bene, spero comunque che non sia mai oggetto di qualche "biopic" statunitense, perché non credo che renderebbe giustizia al personaggio.

Dante è ambientato in realtà diversi anni dopo la morte del sommo poeta, e ha come voce narrante Giovanni Boccaccio. Il quale nella trama viene incaricato dalla città di Firenze alla consegna di una somma di denaro a favore della figlia Beatrice, l'unica figlia superstite, che vive in un convento. L'oro le viene assegnato dalla città a titolo di risarcimento per i patimenti del padre, a cui non era mai stato concesso di rientrare in città dopo che ne era stato esiliato.

giovedì 15 febbraio 2024

Torna Mondadori in Via Marghera

 Nell'ormai non vicinissimo 2020 salutai mestamente la grande libreria Mondadori che avevo sotto casa. La grande libreria se ne andava, lasciava lo spazio di Via Marghera (Milano) a un negozio di apparecchiature informatiche, cellulari, televisori ecc. appartenente a una grande catena. Spazio che Mondadori aveva acquisito a sua volta rilevando un grande negozio di articoli per la casa: una struttura che è rimasta su per giù la stessa, assai ampia e a più livelli, una specie di grande anfiteatro che però non ha portato fortuna ai primi due occupanti.

Ma adesso Mondadori ritorna, dall'altro lato della strada. Si tratta di un "normale" negozio non molto appariscente, non piccolissimo ma certamente non paragonabile a quello che era stato.

Pare che sia la tendenza delle librerie, oggi. Si restringono, ma non scompaiono.


venerdì 9 febbraio 2024

Va' e Vedi

 Film russo del 1985, Va' e Vedi (titolo originale: Иди и смотри) racconta le esperienze di un giovane in Bielorussia durante la Seconda Guerra Mondiale. Il film rientra nel filone dei film di guerra violenti e orrorifici, quei film che mostrano senza pietà le peggiori atrocità che si sono verificate in quegli anni. E ovviamente il fronte orientale del conflitto offre gli esempi più interessanti. A dirigere è Elem Klimov, un regista sovietico che vide la battaglia di Stalingrado da bambino. E che ha vissuto l'era di Gorbachev, mentre realizzava questo film.

Il film (attenzione Spoiler!) narra la vita di un giovanissimo partigiano in Bielorussia. Flyora vuole procurarsi un'arma per poter essere arruolato, e cerca un fucile scavando in un vecchio campo di battaglia, nonostante l'anziano del villaggio lo disapprovi dicendo che quel che fa è pericoloso. Dall'alto un aereo da ricognizione tedesco (un Focke Wulf 189 Uhu, ovvero Gufo Reale in italiano) osserva le attività di Flyora e di un amico, e il recupero del fucile da parte loro.

lunedì 5 febbraio 2024

Saw

 Se alla fine mi sono deciso a vedere questo film è per la serie di post sul blog Il Bollalmanacco di Cinema, una vera e propria maratona su questa fortunata serie. Ho quindi recuperato il primo fortunatissimo film, Saw - L'Enigmista. La pellicola è del 2004, frutto della cooperazione di Leigh Wannell, sceneggiatore che recita anche nel film, e di James Wan, regista. Entrambi sono australiani (Wan di origine malese) mentre la produzione è USA.

Saw potrebbe essere giudicato un ripugnante e bieco "torture porn," ma è un po' più di questo, perché i due creatori della serie hanno escogitato una trovata che veramente accende l'attenzione dello spettatore. L'assassino in questo film (e immagino nei seguiti) non ammazza le vittime, ma le mette in situazioni mortali, in dei veri e propri puzzle che si svelano a poco a poco (e non per niente il suo nomignolo in inglese è proprio Jigsaw Killer, ovvero l'assassino del puzzle). Gli sfortunati oggetto delle sue attenzioni devono fare cose ripugnanti per sopravvivere: sono costretti all'autolesionismo o a uccidere altre persone.

mercoledì 31 gennaio 2024

Killers of the Flower Moon

 Questa è una storia così brutta che quasi non ci si crede. O forse no, è una "normale" storia di sopraffazione sui più deboli. Il film di Martin Scorsese ci porta in un territorio indiano dove, con la scoperta del petrolio, arrivò una ricchezza velenosa, un fiume di denaro che i nativi Osage non sapevano amministrare e di cui forse non sapevano bene cosa farsene. Killers of the Flower Moon è la storia di una serie di soprusi e uccisioni che questa tribù subì ad opera di cinici approfittatori e parassiti che volevano impadronirsi di questa ricchezza.

È indispensabile parlare della trama, che comunque penso a questo punto assai nota, per poter farsi un'idea del film e delle prestazioni attoriali. Il fatto che i nativi fossero messi, in parte, sotto tutela legale per impedire loro di spendere male i soldi, avrebbe dovuto proteggerli. Ma si sa, un amministratore di sostegno è benefico se è una persona onesta. Altri bianchi aggirano ogni ostacolo sposando le donne Osage. E a quel punto, a mano a mano che gli Osage muoiono, sono i bianchi che diventano per eredità detentori dei diritti.

lunedì 29 gennaio 2024

The Batman

 L'ennesimo "reboot" di Batman, dal titolo The Batman, l'ho visto solo quando è arrivato su Netflix. Comunque, ero abbastanza curioso, innanzitutto perché le migliori pellicole (e non sono moltissime) del genere supereroistico hanno spesso come protagonista l'uomo pipistrello, e in secondo luogo ero curioso di vedere la performance di Robert Pattinson nei panni del protagonista.

Batman in questo film è praticamente un eroe ancora ai suoi inizi, segnato dal suo (noto) trauma originale e ancora intento a raffinare strumenti e obiettivi della sua lotta. Il che va benissimo.

martedì 23 gennaio 2024

Cosa ne pensa un israeliano

 Se ne sentono tante, sul conflitto in Palestina (Israele) che s'è riacceso dopo i bestiali attacchi di Hamas il 7 ottobre. Oggi provo a esaminare un punto di vista differente, quello di un israeliano qualsiasi che parla su un vlog di... turismo. Non un politologo, anche se da quando parlano le armi è entrato varie volte in argomento. Evidentemente ha sentito il bisogno di dire la sua, e poiché ci sono nel suo discorso molti dei punti di vista classici degli Israeliani, vi ho trovato molti spunti per parlare della situazione.

La cosa interessante di questo video, che trovate qui, è che chi parla cerca di sostenere tutte le proprie tesi con i fatti, anche se le conclusioni che ne trae non sono sempre quelle che traggo io. Questo, almeno, lo apprezzo.

giovedì 18 gennaio 2024

Birth/Rebirth

 Questo Birth/Rebirth, del 2023, è un film horror dove, anziché terrorizzare lo spettatore con qualche minaccia, lo si immerge in un'atmosfera malsana, non priva di immagini ospedaliere inquietanti, imperniata sul dubbio riguardo a quali barriere etiche si possano superare quando c'è in ballo qualcosa di importante. La produzione è USA. Ne parliamo ora anticipando la trama, ma solo quel tanto che basta per capire di cosa si tratta.

Per Celia, infermiera in un reparto di maternità, la cosa importante è la vita di sua figlia. Per la patologa Rose è il risultato di una vita di esperimenti con un obiettivo al limite dell'impossibile: resuscitare i morti. I destini delle due donne si incrociano quando Lila, la figlia di Celia, si ammala e muore nel giro di un giorno per una meningite fulminante.

giovedì 11 gennaio 2024

Il Ragazzo e l'Airone

 Hayao Miyazaki aveva deciso di andare in pensione, dopo aver completato Si Alza il Vento. Ma il pensionamento evidentemente non gli andava a genio, così è tornato al lavoro. E il prodotto è questo E Voi come Vivrete? che in Italiano suona Il Ragazzo e L'Airone. C'è qualche dettaglio autobiografico nel film (e non è la prima volta), ma il tema principale è quello della crescita interiore del protagonista, arrivato da sfollato in una località di campagna. Il ragazzo, Mahito, ha perso la madre in un terribile bombardamento. Il padre Shoichi, che lavora come tecnico in una industria bellica, s'è già interessato a una nuova donna, Natsuko, tuttavia Mahito non ha superato la morte della madre e la propria fantasia di non essere stato in grado di salvarla. E non si adatta facilmente al nuovo mondo in cui si trova.

Il ragazzo scoprirà che nella residenza c'è una torre misteriosa che fu costruita da un prozio successivamente scomparso, e ora è sbarrata. E anche un animale parlante: un airone che afferma di poter aiutare Mahito a ritrovare la madre.

lunedì 8 gennaio 2024

Iperborea e Oltre

 Questa raccolta, Iperborea e Oltre, dedicata da Mondadori al grande scrittore fantasy Clark Ashton Smith prosegue la precedente collezione e aggiunge altri mondi immaginati da questo artista.

A dire il vero mi viene spesso da pensare che a C.A.S. non importasse eccessivamente delle ambientazioni, purché fosse libero di metterci quello che gli pareva. Di conseguenza alcune delle storie di avventura meglio riuscite sono situate in Zothique, mondo morente da mille e una notte, e le fantasie allucinatorie trovano invece posto in mondi più remoti.

Non manca la fantascienza in questa raccolta, con Marte come una delle ambientazioni sviluppate, e a quella farò un accenno più avanti. Iperborea ospita alcuni racconti dove il fantasy s'incrocia con l'horror, e vi sono alcuni racconti dove, in una amichevole emulazione con l'amico H.P. Lovecraft, C.A.S. presenta una sua divinità da inserire nel prolifico e orrendo pantheon del solitario di Providence.

martedì 2 gennaio 2024

When Evil Lurks (2023)

 When Evil Lurks (in spagnolo: Cuando acecha la Maldad) è un film argentino-statunitense, uno degli horror più inquietanti del 2023 appena terminato. L'orrore qui ha un tema sociale: il "male" in agguato di questo film è un misto fra una maledizione diabolica, la dannazione ben concreta e reale della miseria e dell'emarginazione, e diverse scene di vero horror ma anche di schifezza (o "body horror," se preferite).

La storia parte da due fratelli che vivono in campagna, Pedro e Jaime, e che una notte vanno a investigare su alcuni rumori di spari che hanno udito. Scoprono così che qualcuno è stato ammazzato (e tagliato in due, già che ci siamo) nei boschi, e che in una vicina fattoria c'è un "posseduto." Questo poveraccio è moribondo ma non ce la fa a morire, è purulento, puzzolente, una specie di marciume vivente. E va avanti così da un pezzo. Così scopriamo tutta una serie di complesse regole che sottendono all'ambientazione di questo film.