venerdì 7 ottobre 2016

Krampus

L'anno scorso verso Natale c'è stata una diatriba quando un film che alcuni aspettavano con curiosità è stato snobbato dalla distribuzione italiana, che ha preferito monopolizzare le sale per proporci certe pellicole nostrane su cui non vado a indagare. Il film è Krampus, diretto da Michael Dougherty, tradotto in italiano come Krampus - Natale non è sempre Natale.
La storia prende l'avvio da una leggenda su un mostriciattolo delle leggende germaniche ma anche italiane, una specie di Babbo Natale al contrario, che punisce i bambini cattivi. Nel film però il Krampus colpisce chi volta le spalle al Natale e al suo messaggio di speranza. È quello che succede a un ragazzino quando si riunisce la sua famiglia con il parentado (praticamente composto da "redneck" ovvero gli zotici statunitensi, il che crea una certa tensione). Tra litigate e contrasti fra i familiari lo spirito del Natale si perde, soprattutto quando questo ragazzino subisce una crudele presa in giro dalle cugine, e arriva una tempesta di neve con tanto di blackout e invasione di creature malvagie. La faccenda si fa drammatica quando, nonostante la collaborazione fra le due famiglie e il superamento delle rivalità precedenti, a uno a uno grandi e piccini cominciano a sparire o a essere rapiti.

Sorpresa (e anticipazione della trama per cui saltate al prossimo paragrafo se non la volete): è tutto un sogno del ragazzino protagonista, il giorno dopo si sveglia e non è successo niente! Insomma nonostante tutto c'è ancora tempo per fare un Natale come si deve.

Krampus mi ha lasciato perplesso per un motivo: non mi sembra certo uno di quei film (mi viene in mente Tim Burton, quello dei tempi migliori) che pur trattando di favole o temi "infantili" sono mirati agli adulti. A me non ha detto gran che. Però credo che i bambini piccoli ne potrebbero essere spaventati. Nonostante i miei dubbi, il film al botteghino ha avuto un certo successo. Giudizio: boh?

5 commenti:

Babol ha detto...

SPOILER







Nel finale però si capisce che tutto è successo davvero e che il Krampus ha imprigionato il protagonista e i suoi familiari in una palla di vetro assieme a tutte le sue altre vittime passate, quindi non è proprio "innocuo" :P

Michele Borgogni ha detto...

L'ho letto consigliato da molti, questo Halloween sarà l'occasione per recuperarlo, finalmente :)

Marco Grande Arbitro ha detto...

L'ho visto perchè la leggenda del Krampus mi incuriosisce sempre... Per come è stato concepito, va più che bene! Dai, lo promuovo.

Bruno ha detto...

@ Babol: devo essermi distratto....?! ma che cavolo. O non ho preso sul serio la scena. Dovrei pagare di nuovo per vederlo e quindi ti credo sulla parola.

Sonny Crockett ha detto...

A me è piaciuto molto. Se partiamo dal presupposto che NON è un horror, possiamo dire che questo Krampus è uno dei film che meglio trasmette l'atmosfera natalizia (al pari di Gremlins e di pochi altri). Promosso e consigliato.