martedì 20 settembre 2016

Torna The Rocky Horror Picture Show

Notizia strana... ma tanto fanno il remake di tutto, quindi perché no? Sta per arrivare nelle sale un rifacimento (remake? reboot?) di The Rocky Horror Picture Show, il musical fantascientifico, anarchico, satirico, trasgressivo che ha fatto epoca negli anni '70 (senza mai smettere di essere un favorito per un sacco di gente). Il film viene "reimmaginato" dal regista Kenny Ortega partendo dalla sceneggiatura originale di Richard O'Brian; torna l'attore Tim Curry, protagonista del primo film, ma in un altro ruolo. Nei panni di Frank N Furter ci sarà Laverne Cox (da Orange is the New Black). Visto che i tempi cambiano ci vuole un trans, non basta più un gay per meravigliare il pubblico, e Cox, immagino, è proprio quello che fa al caso nostro. Ma, mi domando, nella nostra epoca un film così può ancora fare successo? O è un mito degli anni che furono, condannato a rimanere tale?


6 commenti:

Babol ha detto...

Sinceramente è un'operazione che pavento come poche visto l'amore che nutro per l'originale. Speriamo non faccia troppo pena...

Bruno ha detto...

Poiché l'originale è inimitabile e siamo ben lontani dal contesto dell'epoca, questa operazione quasi di sicuro NON può riuscire bene, a meno che non venga ricontestualizzata in qualche modo. E allora in ogni caso non sarà la stessa cosa...

M.T. ha detto...

Concordo con il tuo commento, Bruno. E aggiungo che queste operazioni per me rappresentano la mancanza d'idee che tanto pervade questo periodo.

Bruno ha detto...

La tendenza al remake è ben nota. The Rocky Horror Picture Show, che peraltro aveva già avuto un seguito, prima o poi doveva caderne vittima; ma se l'operazione fosse fatta con intelligenza, chissà... Ci spero poco, però.

Moreno Pavanello ha detto...

LA seconda che hai detto, mi sa...

Marco Grande Arbitro ha detto...

Di tutte i "riciclaggi nostalgici", questo è quello che personalmente mi "urta" meno. Non so dirti un perchè specifico...