lunedì 5 settembre 2016

Ma al cinema cosa ci andiamo a fare?

Qualche giorno fa su Chili (piattaforma che ti permette di noleggiare film e guardarteli su PC, tablet ecetera) vedevo l'offerta di Batman v Superman a 14,99 euro in versione integrale (mentre la versione vista al cinema si noleggia per quattro soldi). Insomma quello è il DVD e ci sono i contenuti veri, e quindi costa. Il film non l'ho visto ma so che è stato assai criticato, e che migliora molto con le scene tolte dalla versione che è stata mostrata sul grande schermo. Stessa cosa, sembra, per Suicide Squad. Ma era successo lo stesso con il Signore degli Anelli, più o meno tutti i film della serie.
Quando i produttori investono molto negli effetti speciali di un film, sembra che debbano per forza fare una versione breve e semplificata per il grande pubblico, e poi il vero film te lo vedi su home video. È necessario accettare il massimo comune denominatore della gente che non accetta un minimo di complessità o di profondità, non accetta contenuti controversi, vuole magari anche un po' di comicità di grana grossa per contorno e ha bisogno di farsi spiegare tutto. Ci sono in rete molte recensioni indignate che raccontano quanto sia mediocre un film come Suicide Squad (una l'ho scritta anche io), ho messo qua sotto un bel video trovato su YouTube che ha parecchio da dire in argomento.
Ma la realtà è che Suicide Squad ha venduto, il pubblico è corso a vederlo.

Allora se cerchi qualcosa di più evoluto devi farti la domanda: al cinema cosa ci vai a fare?


6 commenti:

M.T. ha detto...

Questa è un'ottima domanda.

Marco Grande Arbitro ha detto...

In questi casi dico sempre: cambiamo genere di film, forse è meglio così...

gabriele ha detto...

Sono d'accordo che se uno vuole completezza conviene vederselo a casa per conto proprio sui vari supporti, però il cinema e il film a casa sono due esperienze diverse. Non mi riferisco al discorso qualità e atmosfera, ma al fatto che un film al cinema deve essere accessibile anche a chi non è necessariamente un fan e durare un tempo ragionevole.

I vari film del Signore degli Anelli in versione estesa credo durassero quasi quattro ore e contenevano anche scene che spezzavano la storia ed erano comprensibili solo a chi conosceva il mondo della Terra di Mezzo. Per loro erano un qualcosa in più di interessante, per le persone normali sarebbero state degli intermezzi, anche belli, ma privi di senso.

Non credo si tratti di vero o falso film, ma quasi di due film differenti: un film di avventura con un po' di ambientazione per tutti e un film di genere per gli appassionati.

Bruno ha detto...

In effetti esiste in questi casi il film "per i fan" (magari fin troppo...) e quello per il "pubblico generico," peccato che al cinema arrivi il secondo e mai il primo.

Ivano Landi ha detto...

Io credo di essermi già risposto... sono anni che non metto piede in una sala cinematografica.

CyberLuke ha detto...

Da porsi c'è anche la domanda: perché si girano i film?
Risposta cinica: per fare soldi.
Peccato che sia anche la verità.
Quindi, niente film che durano troppo, tolgono spettacoli al cinema e quindi incassi.