sabato 27 dicembre 2014

Riflessioni finali sul 2014

Quest'anno è stato molto problematico, più ancora del 2013. Non solo un sacco di guai, anche di salute (la polmonite!), mi hanno costantemente impedito di concentrarmi su quello che volevo fare, ma ho inoltre provato un senso di stanchezza, che è diventato crescente nel corso dell'anno. Credo che quello ci sarebbe stato comunque, indipendentemente da tutto il resto. Sebbene aver pubblicato con una casa editrice (e aver poi diffuso gratuitamente il mio secondo libro) sia stato un momento a cui ho dato la sua importanza, sebbene certi giudizi favorevoli, o per lo meno positivi, mi abbiano fatto piacere, il risultato finale è stato un sacco di tensione e una sensazione di spossatezza e e logoramento.

Non ho ben inquadrato questa sensazione e il motivo ultimo della sua origine; spero che passi senza richiedermi ulteriori travagli interiori, per permettermi di completare a breve un altro progetto che in teoria avrebbe potuto essere finito e pubblicato un anno fa almeno. Il tempo passa. È notevole il fatto che da quando accantonai "per il momento" il mio libro Magia e Sangue per sforzi editoriali "più leggeri" siano trascorsi anni, e gli sforzi che nell'intenzione erano leggeri non siano stati in fin dei conti affatto lievi.

Nel frattempo il mio blog ha macinato il settimo anno. Sempre precario, con poche migliaia di accessi al mese che erano diventati un po' di più fino a un annetto o due fa, per poi declinare nuovamente.
Parecchi lettori-commentatori, a volte assidui, sono arrivati e se ne sono andati col tempo. Chissà a cosa si stanno interessando ora, mi domando. In fin dei conti se tieni aperto un blog non sei così importante, la gente può stancarsi e decidere di fare a meno di te, così come tu puoi decidere di abbandonare questa continua fatica che generalmente non trova grandi ricompense. Ogni tanto mi chiedo: smettero? Quando? Perché? Che sensazione mi darà farlo?

Chi lo sa. Per adesso auguro a tutti, e a me stesso, un migliore 2015.

8 commenti:

Nick Parisi. ha detto...

Ciao.
La stanchezza è una fase normale nella vita di un essere umano. Per tutto il resto il mio modesto consiglio é quello di vivere le cose alla giornata. Alle volte funziona anche. ;)
Buon anno e ci sentiamo nel 2015!

Aislinn ha detto...

Auguri... e che sia un 2015 pieno di energia e vittorie ^___^

M.T. ha detto...

Il senso di stanchezza e logoramento lo capisco: sono arrivato a fine anno senza energie, forse perché ne ho usate parecchie, parlando in ambito scrittorio, o forse perché non si vedono prospettive.
Anche la questione sito ( o blog), la capisco: ci si domanda se continuare, visto il numero di accessi e commenti. Alcuni dicono che i blog hanno fatto il loro tempo, altri che alla gente non piace leggere e piacciono le cose veloci come i twit. Si va avanti finché si prova piacere nel fare una cosa, anche se spesso ci si domanda se ne vale la pena.

Auguri per un anno che vada per il meglio :)

Bruno ha detto...

Grazie a tutti per gli auguri e gli incoraggiamenti ;)

torreditanabrus ha detto...

Mi accodo ad auguri e incoraggiamenti :)

Per il blog, deve essere un piacere. Se alla fine ti rendi conto che un piacere non è più, magari torna comoda una "pausa di riflessione"... tanto sono domande e stati d'animo che tornano fuori periodicamente, non ci si può far niente ;)

Auguri!!

Bruno ha detto...

@ Torreditanabrus: grazie per gli auguri. Per quanto riguarda il blog, ho sempre cercato di gestirlo in maniera rilassata. Proprio per evitare il "burnout" non ho mai fatto un post ogni santo giorno, e non sono mai stato quello che si va a studiare SEO per scalare le classifiche, anche se qualche lettore in più schifo non farebbe.

Dopo tanti anni comunque può essere noioso a volte mandarlo avanti, però è una grossa decisione anche quella di chiuderlo o di sospenderlo (cosa piuttosto dannosa per un blog).

Moriko S ha detto...

Salve!
Anno difficile, iniziato male, proseguito malissimo a causa della morte di mio padre, concluso in salita, essendo rimasta incinta proprio in quel periodo.

Giusto ieri sono riuscita a pubblicare su google libri il mio primo romanzo di stampo fantasy, La Druida di Ithil, visionabile qui https://play.google.com/store/books/details/Fiderio_Silvana_La_Druida_di_Ithil?id=DDm9BQAAQBAJ&hl=it
Non ho idea di come sarà il 2015, per il momento avverto caos attorno a me, eppure ho scoperto aiuti da persone di cui non mi sarei mai aspettata nulla.

Possa questo fatto manifestarsi anche a voi tutti, quali che siano le difficoltà che dovrete affrontare.

A presto

e, come sempre,

Buon proseguo

Bruno ha detto...

Ciao Moriko, mi spiace per la tua perdita, ma auguriamoci che il 2015 vada per il meglio. Ti leggerò appena riesco...