domenica 25 gennaio 2009

Manifest Destiny



Questo gioco da tavolo è stato pubblicato un po' di anni fa dalla GMT Games, ed è incentrato sulla creazione di imperi economici o mercantili in America settentrionale (Stati Uniti e dintorni). L'ho giocato un po' di volte quindi sono sicuro, prima di criticarlo, di averlo almeno capito.
Il problema di Manifest Destiny è che a volte non si capisce cosa stia simulando. E' un gioco economico in cui si cerca (fra tante cose) di prendere il controllo di certe zone geografiche per sfruttarne le risorse. Però ha molte caratteristiche che ricordano i giochi di guerra, compreso il fatto che si attaccano le zone degli altri giocatori (come se alla competizione economica si fossero sostituite... le vie di fatto: e ammetto che nella frontiera qualche volta succedeva anche questo ma vi assicuro che nell'atmosfera di un gioco fondamentalmente economico stona abbastanza). Aggiungiamoci delle regole complicate: c'è tutto un gioco collaterale di "progressi tecnologici" e di "pionieri" che cercano di arrivare a delle "scoperte," insomma si può investire in miglioramenti che possono consentire di muoversi meglio, guadagnare di più e avere tutta una serie di vantaggi (e guadagnare dei bei punti vittoria), ci sono delle carte che permettono di compiere azioni particolari, insomma tutta la pletora di possibilità che ci si aspetta di trovare in giochi di questo tipo.
Solo che il regolamento pare a volte inutilmente complesso, la mappa è una delle più brutte che io abbia visto in tempi recenti... insomma proprio non ci siamo.
Non so se questo gioco ha la traduzione in italiano, e se ce l'ha non ve lo consiglio proprio. Confuso, scarso nel dare al giocatore un "feeling" dell'epoca in cui è ambientato, astratto più di quanto il titolo direbbe ma allo stesso tempo inutilmente complicato, Manifest Destiny è un gioco che non ha per nulla riscosso le mie simpatie.

2 commenti:

tanabrus ha detto...

Insomma, un gioco da tavolo sul modello dei giochi online come Ogame, Trivian...

Giochi in cui devi investire per aumentare poco a pooco il progresso tecnologico del tuo pianeta\villaggio, e al contempo difenderti dagli avversari e attaccare per conquistare risorse...

Bruno ha detto...

Esatto: un esempio che forse qualcuno conosce sono i Coloni di Catan: http://it.wikipedia.org/wiki/I_coloni_di_Catan. Questo tipo di giochi sono ovviamente più semplici dei giochi per computer... diciamo che nella maggior parte dei casi, sono un po' più complessi del Monopoli e del Risiko (qualche volta anche un po' meno complessi). Tranne in alcuni casi, dove si riagganciano alla tradizione dei boardgames di guerra (moooolto complicati) che andavano in voga prima dell'avvento dei computer.