domenica 13 giugno 2010

Il nuovo Conan

Io non perdo la speranza ma mi aspetto tutto il peggio possibile. Conan non è così semplice da portare sullo schermo: ai tempi di Schwarzenegger c'erano riusciti al primo colpo, valendosi di un grande regista, John Milius, e rendendo tutto sommato credibile l'eroe palestrato che, ricordiamolo, non corrispondeva al Conan agilissimo dei racconti di Robert Howard. Aggiungiamoci pure che alla sceneggiatura ha partecipato Oliver Stone e che per la musica fu scelta una vera orchestra, e infine che anche l'interpretazione di Sandahl Bergman (nel ruolo di Valeria) fu più che accettabile nonostante l'inesperienza e la sua incapacità, in seguito, di costruirsi una carriera di rilievo nel mondo dello spettacolo. Risultato finale (secondo me): uno dei più bei film fantasy di tutti i tempi e sicuramente eccezionale per quei tempi. Il seguito, Conan il Distruttore, fu meno violento e più umoristico per piacere a un più vasto pubblico, ebbe una trama meno intensa e finì nelle mani di un regista non all'altezza: insomma, mediocre per non dire un mezzo disastro. Personalmente lo salverei con una sufficienza, dopo però non trovai il coraggio di vedere Red Sonja (e per la verità non l'ho visto ancora adesso!).

Per una serie di motivi i film di Conan finirono lì e solo adesso si parla di ricominciare con una nuova serie. Il regista, Marcus Nispel, non sono in grado di valutarlo, l'attore che impersonerà Conan, Jason Momoa, non mi ispira per niente, purtroppo.
A dire il vero non mi interessano le critiche di coloro che vorrebbero un Conan per forza bianco (mentre Momoa è mezzo hawaiano, nativo americano, tedesco e non so cos'altro): forse sceglierei anche io un attore bianco per coerenza con i racconti ma alla fine dipende tutto dall'interpretazione. Il guaio è che il muscoloso Schwarzenegger, pur non essendo mai stato un attore fenomenale (ed era quasi sconosciuto ai tempi del primo Conan) riusciva a interpretare bene il suo personaggio semplice, bellicoso e iracondo. Insomma, come barbaro funzionava.
Momoa, in tutta sincerità, non mi sembra avere nemmeno il non eccelso potenziale del bodybuilder austriaco. Riuscirà questo bisteccone (diretto da un regista che deve ancora sfondare per qualcosa di diverso dagli spot pubblicitari) a non farci rimpiangere la coppia Milius-Schwarzenegger? La speranza è l'ultima a morire, ma per essere sincero se fossi costretto a scommetterci punterei tutto sul NO.

12 commenti:

torreditanabrus ha detto...

La vedo bigia anche io, ma forse è meglio così. Se partiamo senza aspettative, se il film si dimostrasse discreto ce lo godremo ancora di più.

Rocco ha detto...

un consiglio...guarda Red Sonja, un film sempliciotto ma con quella simpatia del cinema fantasy anni '80...è impossibile farci rimpiagere il vero Conan...con tutto il rispetto per i modelli hawaiani: facciano i modelli hawaiani! :)

Bruno ha detto...

@ Torreditanabrus: la speranza deve essere l'ultima a morire... ma così avrà veramente un gran daffare.

@ Rocco: sì, mi riprometto di guardarlo in effetti, mi dicono che è anche carino, prima o poi...

Lucia ha detto...

Per i figli di Odino!!! Ma chi è sto gnokko? :-O

Bruno ha detto...

@ Lucia: E' un fotomodello Hawaiano...

Pinco11 ha detto...

L'omino in questione ha impersonato, in una serie di fantascienza assai recente, ossia Stargate Atlantis, un guerriero, partecipando quale personaggio fisso. Ha riscosso svariati apprezzamenti, nel suo ruolo di 'combattente con poco cervello e molto attraente per le donne', per cui, ad occhio e croce, forse Conan lo può anche fare ...
Certo non si tratterà di una interpretazione particolarmente ispirata, ma mi ricordo di aver visto in lingua originale uno die Conan, mi sembra quello di Milius, nel quale lo stesso Schwartzy per una buona mezz'ora non parlò neppure, per cui ... ;)
Altro spunto: il trend attuale per i film di cappa e spada è di utilizzare simil 'fotomodelli' e la cosa non giova alla credibilità, ma solo ad attirare gentili donzelle alla visione ..

Bruno ha detto...

@ Pinco11: non so, Schwartz mi pare comunque avere una sua personalità, il bisteccone Hawaiano non l'ho visto in azione quindi davvero è difficile giudicare, ma mi ispira poco, pochissimo.
Tanto comunque vada andrò a vederlo in ogni caso.

Anonimo ha detto...

Per Crom!Nemmeno a me ispira molto,ma perchè a parte il film di Milius e la trasposizione per "Thriller" di "Pigeons from hell" R.E.Howard deve essere cosi sfortunato con la trasposizione delle sue opere?Perchè Nispel non fa un favore a noi fan del Cimmero e segue la sua vera vocazione cioè andare a lavorare nei campi?
Il vampirologo che ride

Bruno ha detto...

Non so se è stato poi così sfortunato. In fondo un film bello (bello secondo me, intendiamoci) dai libri di Howard lo hanno fatto. E poi c'è anche Solomon Kane, film del 2009, ispirato a un personaggio meno famoso di Howard. Spero di vederlo in tempi ragionevoli (e spero che sia bello!).

busto ha detto...

Conan il Barbaro è un grande film...è qualcosa che quanto è arrivato sugli schermi ha cambiato per sempre gli standard per i film diciamo così fantastici...sceneggiatura in combutta tra Stone e Milius( gente che ha lavorato insieme a cosette come Apocalypse Now-e se si guarda bene questo film ci si accorge che c'è più di qualche anticipazione di Conan in alcune scene), regia sontuosa di Milius, un maestro (vedere un Mercoledì da Leoni o Il Vento e il Leone), musiche assurde di Poloedouris, un'atmosfera irripetibile.
Capolavoro che non andrebbe rivisitato in alcun modo secondo me.

Bruno ha detto...

Che il vecchio Conan sia un film assai speciale è verissimo (ripeto il mio parere, uno dei più bei fantasy di tutti i tempi, e aggiungo che a me non è affatto spiaciuto il lavoro di Peter Jackson sul SdA, almeno il primo film, ma anche quello non è al livello di Conan).

Comunque adesso Conan verrà reinventato e secondo Nispel sarà "più aderente alle storie di Howard" ovvero meno truculento e muscoloso, e più agile e astuto.
Sarei molto contento della scelta se mi fidassi...

Norys Lintas ha detto...

Jason Momoa è uno dei protagonisti di Stargate Atlantis e onestamente devo dire che recita bene.
L'unico mio timore è in una regia non all'altezza (con eccesso di spettacolarizzazione...) e in una trama scarna, per il resto confido in Momoa.