lunedì 23 novembre 2009

Enorme e prevedibile successo per New Moon

Prevedibile, sì, anche se forse si superano anche le più ottimistiche previsioni. Per quanto riguarda gli USA, il paese in cui si fanno tutte le valutazioni che contano, il seguito di Twilight ha agguantato il terzo miglior weekend d'apertura nella storia, per record d'incassi.
Del resto guardando la folla di ragazzine agitate e/o starnazzanti che si erano messe in fila davanti al cinema alle due del pomeriggio il giorno della prima non avevo molti dubbi. Una cosa mi rovinava un po' la pausa pranzo vedendo quella fila, il fatto che il pubblico femminile detti sempre di più i gusti delle produzioni di grande richiamo. Temo molto per le riproposizioni cinematografiche dei vecchi gloriosi autori fantasy. Ho paura che, se il buon Conan (nella nuova versione) farà fiasco, il fantastico viri verso il fumettone rosa (e quanto al film su Elric purtroppo sembra che sia svanito nel nulla ancora una volta).

Del resto se gli uomini non leggono libri e non vanno al cinema, è normale che sia così... ma qualcuno mi spiega cosa stanno facendo? Tutti a giocare con la Playstation?

10 commenti:

torreditanabrus ha detto...

Eh, purtroppo han capito cosa porta la gente al cinema.

Film che attira ragazze: arrivano branchi di ragazzine allupate, e quelle più mature si fanno accompagnare dal ragazzo.


Film nerdico (un Conan, un Elric, un Forgotten Realms a caso...): arriva qualche gruppetto di appassionati del genere, che hanno letto i libri e conoscono anche ciò che l'autore avrebbe voluto scrivere. Arriva qualche spettatore occasionale (magari come mi è capitato a Watchmen, gente che dopo mezz'ora chiede "ma che film è questo?" "Watchmen" "ah..." e va via). Poche consorti, e comunque meno gruppi rispetto alle assatanate (e meno numerosi).

I conti parlano chiaro.

Finchè le ragazzine in calore non capiranno che un Conan impegnato a grugnire di fronte alla magia è più interessante di un vampiro luccicante, o che un albino drogato è più attraente di un licantropo che vaga nudo pei boschi, la tendenza rimarrà purtroppo sempre questa.

Bruno ha detto...

Già, ma la mia domanda rimane: gli uomini di cosa si interessano? che cacchio stanno facendo? Perché leggono di meno e si vedono di meno nelle librerie? Perché hanno perso così importanza anche nel mercato cinematografico al punto che è imprudente fare un film che non sia interessante per le donne?

Angie ha detto...

Ho letto tutta la saga molto prima che si parlasse di un esordio cinematografico, e anche se molti la ritengono una lettura da ragazzine non mi vergogno di ammettere che mi è piaciuta molto. Non ho gradito il primo film, l'ho trovato poco aderente al libro; ho visto New moon domenica e nonostante le continue risate e starnazzamenti vari in sala, credo che il regista sia riuscito a rendere abbastanza l'atmosfera del libro, mantenendo invariati alcuni dialoghi. Ammetto anche che mi da parecchio fastidio vedere la "folla" di ragazzine agitate che non hanno letto i libri e che si eccitano appena compare Edward, però...chissenefrega!!! :-)

Bruno ha detto...

Fra tutto quanto, io ho visto solo il film del primo libro (Twilight, insomma).
La regista è ignota (non del tutto, ha diretto Thirteen, quindi per battuta potrei dire che con le ragazzine aveva già esperienza ma in effetti le ragazzine lì sono l'argomento della storia e non l'audience cui ci si rivolge), anche l'attore maschile è decisamente poco conosciuto prima di quel film (Kristen Stewart invece aveva già una certa carriera), il tutto mi fa pensare che la casa cinematografica ci credesse a metà. Eppure non solo è arrivato il successo alla grande, ma il film pur avendo i suoi momenti sciocchi si fa guardare. Di New Moon invece ho letto commenti assai delusi. Boh?

JackVenom ha detto...

Salve, io sono del parere che non siano solo le ragazzine a tirare i botteghini, ma tutti i ragazzini in generale... Basti pensare a Transformers, tanto per fare un esempio.
Solitamente questa tipologia di film che tanto piacciono ai ragazzini sono infarciti di effetti speciali et similia.
Discorso diverso per i film che piacciono alle persone un pochino più mature: non importa tanto l'effetto speciale, si bada un pochino di più alla sostanza.

Ergo, secondo me ovviamente, se un Elric (progetto filmico morto come dice Tanabrus), o un Conan dovessero nascere ricchi di effetti speciali le onde di ragazzini andranno comunque a guardarlo. Se poi c'è pure la sostanza, pure gli aficionados potrebbero seguirlo con interesse...

Ricapitolando, non la vedo tanto una questione di sessi, quanto di età...

Bruno ha detto...

@ JackVenom: io mi riferivo a una tendenza che vorrebbe l'audience femminile più numerosa, e in crescita. Dopo aver fatto un sacco di film che le donne avrebbero visto solo se trascinate a forza, e ovviamente una valanga di pellicole più o meno sentimentali adatte "per tutti e due", a quanto pare si sta notando che quando la pellicola è mirata a un target femminile tende ad avere molto successo. Se è una pellicola valido, beninteso. Ma il valido non è detto che sia tale dal mio punto di vista :)
Comunque è anche vero che al cinema ci vanno più spesso i giovani. Quelli vecchiotti come me molto spesso aspettano il DVD.

mandragola ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mandragola ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Allanon ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Allanon ha detto...

Sei ottimista, io temo anche la trasposizione filmica di Shannara!!! Hai mai visto il polpettone televisivo tratto da Earthsea? Per non parlare del cartone animato del figlio di Miyazaki!!!