domenica 21 dicembre 2008

Il Premio Immaginario 2008

Finalmente viene proclamato il vincitore del Premio Immaginario 2008, destinato agli esordienti del fantasy italiano. Un premio che da una parte ha un valore inestimabile (qualsiasi cosa il vincitore possa immaginare!) dall'altra è incorporeo, essendo del tutto... immaginario. Questo permette al blog di mantenere un premio dal nome altisonante e immaginifico, e al tempo stesso di risparmiare sulle finanze.

Uno degli infiniti Premi Immaginabili: Mano di Troll in fase di ricrescita


A parte lo scherzo, qui scrivo il mio personalissimo giudizio sugli esordienti italiani di cui ho letto qualcosa nell'anno che sta per concludersi. Esordienti lo intendo in senso lato (posso includere chi ha già pubblicato qualcosina, chi ha esordito ormai diversi anni fa, ecc...). C'è però un limite importante: qui mi occupo soltanto di fantasy per adulti. Non mi ritengo in grado di valutare obiettivamente nella stessa categoria un libro destinato ai giovanissimi, in effetti: probabilmente il libro per ragazzi non vincerebbe mai.

Chi mi credo di essere per valutare questi scrittori? Nessuno in effetti, sono soltanto un lettore come tanti: il fatto che sia un aspirante scrittore anch'io non c'entra. Anche se, nel caso passassi da aspirante a esordiente a mia volta, probabilmente smetterei di indire Premi Immaginari, perché a quel punto vincerei sempre io.

Sono cattivo e criticone o sono buonista? Nessuna delle due cose, o se vogliamo, tutt'e due. Gli amici degli scrittori di solito inondano posti come i forum di valutazione di IBS o aNobii con recensioni esaltanti e voti a tutte stelle: questo è un fenomeno che mi annoia un poco... preferisco dire le cose come le ho viste, e se c'è qualcosa che non va, ne parlo. D'altra parte, nei libri che ho letto finora ho sempre trovato qualche spunto interessante e delle parti eccellenti, e il fatto di essere scritti da esordienti non è un male, anzi dà qualche freschezza di prospettiva e sensazione di novità in più.
Quindi alla fine le mie valutazioni sono equilibrate se non favorevoli: ritengo in effetti che gli esordienti italiani vadano incoraggiati (anche perché sono svantaggiati in partenza da un diffuso pregiudizio dei lettori contro di loro), ma certo se mi capiterà tra le mani qualcosa di impossibilmente brutto lo dirò. C'è da dire che se sento odor di ciofeca evito la lettura... impormi di leggere qualcosa di brutto per avere poi il piacere maligno della stroncatura non rientra tra i miei divertimenti. Precisazione: incoraggiare gli esordienti si intenda come invito a COMPRARE i loro libri.

Detto ciò, passiamo ai libri di quest'anno.
L'Abbraccio delle Ombre di Ester Manzini (Asengard) Un libro un po' acerbo, ma non privo di spunti originali.
Il Sigillo del Vento di Uberto Ceretoli (Asengard) Alcune tematiche e certe parti mi sono piaciute anche parecchio, altri aspetti magari mi hanno fatto storcere il naso, ma in generale devo dire che il libro mi ha "preso".
Chariza. Il Drago Bianco di Francesca Angelinelli (Runde Taarn) Non è in concorso perché è la seconda parte del libro che ha già vinto il Premio Immaginario 2007.
Il Risveglio dell'Ombra di Luca Trugenberger (Fanucci) Non è un fantasy per adulti quindi non è in concorso.
La Lama del Dolore di Marco Davide (Armando Curcio Editore) Presenta un personaggio interessante con una trama debole. E' comunque parte di una serie: la trama probabilmente andrebbe vista anche in prospettiva.
Il Segreto dell'Alchimista di Antonia Romagnoli (Edizioni L'Età dell'acquario) Un po' al contrario del precedente, ha valida ambientazione e buona trama ma i personaggi mi sono piaciuti di meno. L'autrice mostra di avere il mestiere ben in pugno, comunque.
Kami di Alberto Cola (Delos Books) Una storia che avrebbe potuto svilupparsi in una trama di ampio respiro, ma costretta ad adattarsi ad un formato "mini". Un piccolo capolavoro, ma alla fine ho deciso di considerarlo un libro per ragazzi e quindi fuori concorso, anche se credo che sia un bel gioiellino, comunque.
L'Acchiapparatti di Tilos di Francesco Barbi (Editrice Campanila) un libro low fantasy scritto con solido mestiere, un bello stile, personaggi interessanti, una storia avvincente.

Complimenti a Francesco Barbi, vincitore del Premio Immaginario 2008!
Questa volta non ho avuto dubbi nell'attribuire la mia preferenza: L'Acchiapparatti di Tilos è proprio un bel libro.
Gli altri in concorso sono più o meno sullo stesso piano, buone letture con qualcosa che a mio modesto parere migliorerei, facendo comunque i complimenti a Uberto Ceretoli per una storia trascinante e ad Antonia Romagnoli per la capacità di districarsi in una trama di una certa complessità.

Appuntamento al Premio Immaginario dell'anno prossimo, se esisterà.

15 commenti:

tanabrus ha detto...

Di questi ho letto solo la Romagnoli, per ora, e direi che concordo col tuo giudizio.

Complimenti a Barbi per il premio, comunque! ^^

Francesca ha detto...

beh, una bella lista di libri da leggere, in ogni caso... anche se alcuni sono già sulla mia libreria, in attesa!
Grazie per gli spunti!!!

Sono contenta del tuo giudizio sull'acchiapparatti di Tilos... che è decisamente tra le mie future letture e le aspettative per questo libro si alzano!!

sto leggendo in questo momento quello della Romagnoli, non l'ho ancora finito ma direi che anch'io mi ritrovo con il tuo commento... =)

FraAngel82 ha detto...

Fine anno, tempo di bilanci e di classifiche. Recentemente stavo pensando anche io a quale fanatsy italiano mi fosse piaciuto di più tra quelli letti e quest'anno, ma è molto difficile per me dare un giudizio perchè tra le mie letture ci sono stati mostri sacri come la Cerrino e la Redivo, contro le quali, per quanto mi riguarda, non c'è partita.
Tra gli esordienti invece io, credo, che avrei premiato o Ceretoli o Davide (stranamente due uomini, in contrasto con la mia passione per le autrici, ohibò!). Però non ho ancota letto Barbi, cosa di cui mi affliggo perchè ne sento dire un gran bene e il Premio Immaginario conferma l'impressione generale.
Quindi complimenti ancora per l'iniziativa... tra l'altro anche quest'anno il premio è, nella sua forma fisica, molto suggestivo.

Bruno ha detto...

@Tutti: leggeteli i libri, che magari il vostro giudizio sarà diverso dal mio... Entro i limiti imposti dal portafogli e dal tempo libero io sono sempre per l'acquisto, la lettura l'incoraggiamento, salvo che mi capiti tra le mani qualche cosa di veramente tremendo.

Quest'anno a mio modesto parere (del resto mica sto dando il premio Strega...) Barbi è chiaramente superiore, anche se Ceretoli lo vedo molto bene in prospettiva. Devo dire che sul libro della Romagnoli il mio è un giudizio marcatamente basato sul gusto personale là dove mi soffermo sulle parti che non ho gradito, perciò devo invitare a toccare con mano... questa scrittrice ha mestiere e merita che ciascuno la giudichi per conto suo.

Quanto ai (pochi) veterani del fantasy italiano: chiaramente gli esordienti non possono confrontarsi facilmente con gli autori più maturi, perciò li considero categoria a parte. Sarà ora che cominci a leggerne o rileggerne qualcuno...

Bruno ha detto...

@ FraAngel82: il premio è una laboriosa composizione in cartaforno d'alluminio ricoperta di Cernit, una pasta modellabile tipo cera Pongo: diversamente dal Pongo questa si solidifica previa cottura a 130 gradi.

Zaccaria ha detto...

Onoratissimo. Anche se è immaginario, questo premio ha per me la consistenza di una statuetta d'oro... L'idea del troll mi piace proprio ma, giacché è immaginario, me lo figuro intero. Uzug, il troll. Bellissimo. Talmente vivido nella mente che me lo porterò con me nel ricordo. Grazie Bruno.

Bruno ha detto...

E' un piacere ...

Uberto Ceretoli ha detto...

Ringrazio bruno per i complimenti (e per l'indicazione di alcuni ottimi titoli con i quali continuare la mia abbuffata di fantasy italiano). A presto!

Nutza ha detto...

I pareri entusiastici sparsi per la rete riguardanti questo Acchiapparatti di Tilos me lo fanno inserire nella mia wish-list dell'ormai prossimo 2009. Sono veramente curiosa di leggerlo e averne confermate le mie positive aspettative.

Intanto buone feste a tutti!

P.S. Bruno, potresti per favore aggiornare il link al mio blog? Quello nuovo è: http://lestorieinfinite.altervista.org . Grazie! ;)

Bruno ha detto...

@Nutza: la modifica è stata eseguita!

Buon Natale a tutti e spero che le mie scelte non vi suggeriscano letture che poi si rivelino... sgradite. Del resto i gusti sono gusti...

Auguri a Uberto per il nuovo libro (troverò mai il tempo di leggerlo??).

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny